Prezzo del latte: il GDT Price Index rafforza il segno positivo

 

Nell’asta svoltasi ieri il Global Dairy Trade Price Index ha visto prevalere il segno positivo. Rispetto all’asta precedente il miglioramento è stato pari all’1,3%.

 

È il secondo miglioramento consecutivo. Il 17 gennaio si era registrato un + 0,6%, che veniva però dopo un tonfo (-3,9% del 3 gennaio), che a sua volta seguiva un segno ancora negativo (-0.5% del 20 dicembre).

 

In precedenza si era avuta una serie importante di segni positivi, a conferma della domanda sostenuta di latte e derivati, che confermava i dubbi riguardo alla insufficienza della produzione mondiale.

 

Il Global Dairy Trade Price Index media tra i valori fatti registrare nell’asta per le varie componenti lattiero-casearie, i cui scostamenti offrono spunti interessanti di analisi.

 

Continua ad esempio la domanda di materia grassa (burro + 4,9%) mentre si arresta la caduta del prezzo per la polvere di latte intero, che inverte la tendenza negativa  con un +1%.

 

Tutti i dati li potete trovare qui.

 

 

La prossima asta è prevista il 21 febbraio prossimo.

 

bhhg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...