Spendi tanto per i farmaci? Ottimo punto di partenza per una riflessione

L’obiettivo strategico di ogni azienda, si sa, è il contenimento dei costi di produzione.

Certo, la redditività di una stalla  può aumentare agendo anche sul fronte dei ricavi, ma in minima parte e, comunque, sono poche le leve che si controllano direttamente.

E’ il versante dei costi che va analizzato e affrontato.

Tra le voci più importanti c’è quella dei costi legati alla sanità della mandria. Importante in termini assoluti, ma anche perché, tra un’azienda e l’altra, l’incidenza del costo farmaci sul litro di latte prodotto varia e varia anche significativamente.

Ci sono aziende che spendono anche il doppio o il triplo di altre.

Questa è una buona notizia per chi spende di più. Anzi, ottima.

Ottima perché significa che, per questo non trascurabile gruppo, i margini di recupero della redditività sono più ampi.

Come l’archeologo che da una traccia ripercorre a ritroso un itinerario storico e arriva a scoprire il tesoro, così coloro che hanno un’alta spesa per farmaci hanno una traccia ben definita del percorso di miglioramento che dovranno intraprendere.

Ogni trattamento fatto è – per chi vuole e sa leggerlo – un messaggio esplicito che la bovina o la stessa mandria manda all’allevatore su una carenza.

Carenza energetica, carenza di strutture, carenza di igiene, e così via.

Per fare qualche esempio. Se il trattamento con flebo di calcio post parto è sistematico e non episodico forse è il caso di riflettere un po’ su come è gestito il razionamento in asciutta. Se i trattamenti per le mastiti fanno sanguinare il bilancio il messaggio che si dovrebbe illuminare è quello di investigare meglio la gestione dell’asciutta, l’igiene delle lettiere, le prassi di mungitura.

E avanti di questo passo, gli esempi sono tanti.

Ogni problema clinico che si presenta non è soltanto una situazione da sistemare con un trattamento, ma un invito esplicito ad andare più a fondo seguendo la traccia che il caso clinico offre. Tanto più se i casi sono tanti, se alcune problematiche sono maggiori di altre, se quello che la stalla spende in farmaci è molto di più di quello che spendono i virtuosi.

Poi, ben venga un aumento del prezzo del latte, se e quando arriverà. Nel frattempo passare nella categoria dei virtuosi quanto a spese per i farmaci equivale di fatto a farselo da soli l’aumento, senza aspettare.

E questo aumento reale sarà tanto più alto quanto più alta è la spesa aziendale per i farmaci, perché la differenza tra chi spende di più e chi spende di meno è un serbatoio di euri a cui attingere a colpi di buona gestione.

dsew

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...