Se questo è il livello…

 

Non so quanti di voi abbiano avuto notizia della trovata del grande artista belga che, per protestare contro lo sfruttamento degli animali da parte dell’industria degli alimenti… eccetera eccetera…  la solita stucchevole tiritera, ebbene, dicevo, questo grande artista belga ha pensato bene di comunicare al mondo la sua inarrivabile arte.

 

Con il beneplacito del vescovo (e anche qui ci sarebbe qualche cosa da ridire riguardo al cervello che si annida sotto qualche mitra vescovile), con il beneplacito del vescovo, dicevo, questo immenso artista belga ha dato al mondo la prova della sua arte, la cifra del suo talento, lo spessore del suo genio.

 

Un vacca crocifissa, come si vede dall’immagine, in un “lago di latte”.

 

Ora, il senso di tutto il giro di parole è questo: la provocazione può essere una forma di intelligenza, anche di stimolo, ma non bisogna mai sopravvalutarsi: il confine con la stupidità è spesso più facile da varcare di quanto si creda.

 

Se questi sono coloro che hanno la superbia di dettare la nuova etica (che passa anche da ciò che si mangia) c’è di che preoccuparsi.

 

mucca