Consumo di margarina, tasso di divorzi nel Maine e selezione della vacca da latte

 

Non ho verificato, ma non ho motivo di dubitarne, dato che la cosa è stata detta da un noto professore americano in un recente convegno: il tasso di divorzio nello stato americano del Maine è correlato al 90% con il consumo di margarina.

 

Curioso, vero?

 

Messa così la cosa si potrebbe pensare che coloro che avessero a cuore la solidità dei matrimoni e la tenuta famigliare potrebbero fare una verifica sulle quantità di margarina acquistate per individuare a botta sicura o quasi (correlazione 90%) con chi lavorare di consigli e supporto.

 

Giusto? Sbagliato, ovviamente.

 

Perché, come l’arguto professore sottolineava, questa correlazione è una pura e semplice casualità. Nessuna azione diretta, nessuna possibilità di influenzare un parametro spingendo sull’altro e viceversa.

 

Dunque? Era solo un aneddoto riportato per spiegare come sia difficile trovare correlazioni sicure nella selezione, di come ci siano sempre in agguato false piste, di come sia facile prendere cantonate. E, perciò, di come sia illusorio aspettarsi dalla selezione genetica cambiamenti epocali in tempi brevissimi, che risolvano dalla sera alla mattina un problema fattosi urgente.

 

È il caso, per stare sull’attualità di oggi e di domani, delle emissioni di metano, ma il discorso può essere allargato.

 

I tempi della selezione sono quelli che sono, possono essere accelerati, ma quello che è il risultato di decenni di lavoro richiederà tempo per essere modificato.

 

Una Ferrari resta sempre una Ferrari, con le sue prestazioni, le sue esigenze, le sue potenzialità. Se le strade si sono fatte più strette per molti e i costi di mantenimento superano le possibilità del portafoglio, non si può pensare di trasformarla in una Golf (o similare) semplicemente modificando assetto, ruote, carrozzeria e quant’altro: resterà sempre una macchina da corsa, con i suoi pregi e i suoi limiti, in base a dove vogliamo (o dobbiamo) utilizzarla.

 

Se si hanno capacità e possibilità per correre senza limiti meglio certo una Ferrari. Se si è obbligati ad andare su una statale a 90 all’ora, forse è meglio una Golf, che ha costi d’uso nettamente inferiori.

 

Certo non ha molto senso tenere una Ferrari per andare a 90 all’ora su una statale.