Aria e luce sulla giostra

 

Una sala di mungitura che diventa, in pochi secondi, uno spazio quasi completamente aperto, con due pareti su quattro che possono ridursi fino a quasi scomparire.

 

È quello che è stato fatto in questa stalla, di nuovissima realizzazione, per fare dell’area mungitura un punto il più possibile a misura di benessere per le bovine e anche per chi ci lavora.

 

E, in materia, una corretta gestione del microclima è una componente non certo secondaria.

 

La sala di mungitura è una giostra da 36 poste.

 

Come si può notare delle immagini, due pareti hanno aperture di grandi dimensioni che vengono chiuse o aperte automaticamente in base alla temperatura con il movimento dei teli in materiale sintetico.

 

Le aperture possono essere completamente aperte quando fa caldo, creando così un effetto di mungitura all’aperto, o gradualmente chiuse con temperature che si abbassano.

 

C’è poi il riscaldamento a pavimento, un altro aspetto che aiuta a gestire bene le esigenze di microclima differenti tra bovine e personale.

 

Con un pavimento riscaldato si può tenere una buona apertura delle finestrature anche con temperature relativamente fredde, con una migliore ventilazione e combinando una situazione gradita dalle bovine e una gradita dai mungitori.

 

Completa la dotazione un estrattore posto al soffitto, che aumenta l’efficacia del sistema di raffrescamento adottato.

 

111sala giostra coperture finestre

 

1finestre esterno3

 

2 finestre esterno

3 finestre esterno2