Azienda smart o azienda dinosauro?

Che alleviate vacche da latte o facciate altro, non si può sfuggire alla domanda: smart o dinosauri?

 

Di che si tratta? Ovviamente se siete smart avrete già capito.

 

Detta in estrema sintesi essere smart, come azienda, significa essere capaci di leggere i segni dei tempi, meglio se in anticipo, interpretarli alla luce della propria realtà e del proprio mercato e ragionare prima e agire poi per orientare il timone della barca e aggiustare le vele per continuare a navigare con i nuovi venti in arrivo.

 

Non è certo facile. Vuol dire mettere in discussione ogni risvolto della propria attività, chiedersi se ciò che si sta facendo – e come lo si sta facendo – sarà ancora in linea con ciò che il consumatore – o il mercato se volete – vorrà, chiederà e sarà disposto a pagare per avere.

 

Vale per tutti, anche per chi fa latte.

 

Perché è vero che il latte è sempre quello da secoli, ma in questi ultimi anni la sua definizione di qualità e il suo appeal sta cambiando enormemente, sulla spinta di istanze di sostenibilità ambientale, benessere animale, emissioni, eticità.

 

Essere smart significa capire che tutto ciò conta – e conterà – quanto la sua sanità e la sua qualità “tradizionale”.

 

Essere smart significa anche mettersi in discussione, ragionare – meglio se con l’aiuto di qualcuno dall’esterno che ha un quadro più oggettivo della situazione – se il nostro modo di agire e gestire l’azienda è al passo con le nuove sfide.

 

Si può camminare in avanti in due modi (vale per le persone, vale per le aziende): guardando avanti, accettando la sfida dei tempi, o guardando indietro, continuando a fare come si è sempre fatto e prendendosela con il resto del mondo che non si adegua.

 

E qui veniamo all’azienda dinosauro. È quella, appunto, dove ci sono troppe cristallizazioni date da abitudini, rendite di posizione, modi di fare mai messi in discussione per riuscire a rispondere alla sfida del cambiamento. Il più delle volte, addirittura, nemmeno è compresa.

 

Come i dinosauri che guardavano senza capire quel grosso meteorite in arrivo…

 

Sappiamo poi come è andata a finire.

 

 

dinosaur-1310676_1920

 

immagine  Pixabay

 

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *