Emissioni gassose: ma davvero sono i ruminanti il pericolo da combattere?

 

È certamente uno dei temi caldi e se ne parla con sempre maggiore frequenza.

 

I ruminanti, si sa, hanno una certa propensione ad emettere metano e questo, per il suo effetto climalterante, è visto con sempre maggiore sospetto e si chiede alla ricerca di correre ai ripari.
E, infatti, tra gli obiettivi dei nutrizionisti e dei genetisti, c’è un grande impegno per avere animali che siano produttivi ed emettano meno emissioni gassose in atmosfera.

 

C’è poi il tema, collaterale, dell’impronta di carbonio della produzione agricola e zootecnica, e anche su questo è un fiorire si di studi, iniziative e lavori di ricerca.

 

Una dimostrazione di quanto sia di attualità la faccenda la si può trovare tra i convegni zootecnici di Fieragricola a Verona, in molti dei quali la questione della riduzione di emissioni gassose è la protagonista.

 

Detto ciò, solo una considerazione a margine: vedendo le code chilometriche di auto che per ore dal casello autostradale si dirigevano verso la Fiera, ognuna col suo bello scarico che allegramente sbuffava gas venefici di ogni tipo, e magari molte persone su quelle auto erano dirette a qualche incontro sulla riduzione delle emissioni gassose dei ruminanti… ebbene, mi domando se le emissioni dei ruminanti siano proprio il problema principale…

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email