Guardare alla luna e non accorgersi del dito

È un celebre detto, sempre valido: a un dito che indica la luna lo sciocco – dice la saggezza antica – guarda il dito e non vede la luna.

Ora, cosa c’è di meglio che prendere un detto famoso e rivolarlo come un calzino per vedere l’effetto che fa?

Lo spunto me lo ha dato un recente convegno di cose suinicole, ma pur sempre di zootecnia si tratta. E di quella zootecnia, come del resto l’allevamento da latte, nel quale sono diventati una quantità enorme i fattori coinvolti che determinano il risultato finale.

C’è un effetto cumulativo di tutto, ed è difficile, sempre più difficile, scindere l’importanza di questo o quello. Ovvero, pensare che un dato problema abbia un’unica soluzione perché determinato da un unico problema.

In realtà tutto influenza tutto e quel che si fa in una fase del processo produttivo ha un impatto sul funzionamento di tutti gli altri.

E allora, per tornare al detto di apertura?

A volte si rischia di vedere solo la luna, il problema quando emerge, magari in maniera importante e costosa, senza accorgersi delle tante dita indicatrici che, sapendole guardare, puntano esattamente a quel problema i anticipo, la cui manifestazione sarà solo una questione di tempo.

Ad esempio? Ognuno può sbizzarrirsi sullo spartito. Possiamo citarne alcuni: la cattiva gestione del personale (in termini di definizione di ruoli, motivazione, valorizzazione, chiarezza degli obiettivi, formazione e via dicendo), il sovraffollamento, aree di benessere animale inadeguato, problemi sanitari ricorrenti, precarietà della gestione finanziaria, resa della campagna, deficit tecnologico, rapporti famigliari tesi…

La luna, intesa come il grosso problema che scoppia, magari ancora non la si vede.

Ma questo non significa che si debbano trascurare le dita che la indicano.

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

1 Commento

  • Molto azzeccato davvero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *