Opposta pendenza della pavimentazione?L’idea in più per la vitellaia

Difficile rendersi conto ad occhio nudo, ma poi la cosa diventa evidente avvicinandosi, anche (o soprattutto) in un giorno di pioggia. La pavimentazione di questa bellissima vitellaia (ma anche la stalla non è certo da meno) tutta all’aperto con igloo e parchetto, è realizzata con una opposta pendenza.

Una sorta di baulatura a schiena d’asino, per usare un termine preso dall’agronomia e dalla sistemazione dei terreni.

Soltanto che non è arcuata, ma ad angolo ottuso. Un po’ come fossero le falde di un tetto.

La linea di demarcazione tra una falda e l’altra… pardon, tra una parte della pavimentazione e l’altra, ognuna con la sua pendenza in direzione opposta, passa esattamente per la linea che divide la parte coperta degli igloo dal loro parchetto esterno.

Una pendenza che si dimostra utile per sgrondare la frazione liquida (ad esempio la urine nella parte coperta; urine, acqua, pioggia, latte nel parchetto) che percola attraverso la lettiera e viene così allontanata dalla dimora del vitello. Che così se ne sta più asciutto.

Alla fine della pavimentazione una canaletta raccoglie lo sgrondo.

Un bel lavoro fatto quando si è creata la pavimentazione, con in mente esattamente ciò che si voleva ottenere. Per andare dritti al punto a volte aiuta la pendenza giusta. In questa vitellaia sicuramente: un lavoro ben fatto una volta e utile per sempre.  

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

1 Commento

  • Molto interessante Acerbis, spesso si trascurano particolari che invece son importanti!

    Mi piacerebbe vederlo in diretta e in giornata piovosa, governo permettendo!

    Grazie.

    Miro Crimella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *