Prezzo del latte: il GDT Price Index rafforza il segno positivo

 

Nell’asta svoltasi ieri il Global Dairy Trade Price Index ha visto prevalere il segno positivo. Rispetto all’asta precedente il miglioramento è stato pari all’1,3%.

 

È il secondo miglioramento consecutivo. Il 17 gennaio si era registrato un + 0,6%, che veniva però dopo un tonfo (-3,9% del 3 gennaio), che a sua volta seguiva un segno ancora negativo (-0.5% del 20 dicembre).

 

In precedenza si era avuta una serie importante di segni positivi, a conferma della domanda sostenuta di latte e derivati, che confermava i dubbi riguardo alla insufficienza della produzione mondiale.

 

Il Global Dairy Trade Price Index media tra i valori fatti registrare nell’asta per le varie componenti lattiero-casearie, i cui scostamenti offrono spunti interessanti di analisi.

 

Continua ad esempio la domanda di materia grassa (burro + 4,9%) mentre si arresta la caduta del prezzo per la polvere di latte intero, che inverte la tendenza negativa  con un +1%.

 

Tutti i dati li potete trovare qui.

 

 

La prossima asta è prevista il 21 febbraio prossimo.

 

bhhg

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *