Indovina chi pulisce la corsia (e anche i passaggi)?

Premessa: non cercatelo, perché in Italia non è ancora in commercio. Ce ne sono un paio, in altrettante stalle, che macinano chilometri pulendo le corsie e trasmettendo dati alla casa madre, per la messa a punto finale e, si suppone, l’ingresso nel mercato italiano.

Quello che potete vedere nelle immagini (e che troverete presentato sul prossimo numero di Professione Allevatore) è un robot per la rimozione delle deiezioni. Non già dal grigliato, cosa di cui si occupano robot di varie marche, ma delle corsie con pavimentazione piena.

Il principio è pressoché identico, ma c’è una grossa differenza: per la pulizia del grigliato basta il passaggio e la spinta verso il basso, nella fossa,  delle deiezioni presenti. In questo caso c’è la raccolta durante la pulizia e lo svuotamento del serbatoio, che ha una capacità di circa 3 quintali, al ritorno della postazione di ricarica delle batterie.

Come funziona? Il robot, in cui è stata memorizzata la superficie che deve pulire e i percorsi che deve fare, con i tempi e le frequenze, pulisce le corsie un po’ come fosse un’aspirapolvere. Grazie a un compressore si crea un aspirazione che risucchia le deiezioni all’interno del serbatoio. Il robot spruzza dell’acqua davanti a sé per inumidire il materiale e facilitarne così la raccolta.

Fa i suoi viaggi, silenzioso, senza disturbare le vacche, resistente ad eventuali calci.

Sotto il punto di ricarica ci deve essere un’apertura per lo scarico delle deiezioni raccolte nella fossa.

Poca manutenzione necessaria: richiede una certa pulizia con un getto d’acqua dei sensori che leggono il suo percorso e del serbatoio, per evitare incrostazioni.

Vantaggi? Secondo l’esperienza quasi annuale di uno degli allevatori che lo sta testando sicuramente la tranquillità delle vacche senza una ruspetta che si muove tra le gambe (e anche il venir meno di rischi di incidenti alle vacche medesime), la buona pulizia delle corsie e di ogni parte della stalla, compresi i passaggi e i punti ciechi (ovviamente se nella stalla ci sono non li può superare, viaggia solo su superfici lisce) , anche perché, e questo è un altro vantaggio, permette di realizzare una stalla senza gradini. dettaglio che le vacche gradiscono sicuramente.

 

IMG_9840IMG_9827